Home PageArticolo rivistaGiovani contro: i rapporti asimmetrici del bullismo e cyberbullismo. Attualità dell’interpretazione adleriana

Gatti A., Lerda S., Rando L.
Pubblicato nel numero: Anno XXXXI Gennaio - Giugno 2013 - Numero 73
Parole chiave: Vittima, Ipercompensazione, Disturbo della relazione, Bambino viziato, Bambino trascurato, Bambino abbandonato, Costellazione familiare, Bullismo, Narcisismo, Cyberbullismo, Scuola, Psicoeducazione

Giovani contro: i rapporti asimmetrici del bullismo e cyberbullismo. Attualità dell’interpretazione adleriana

image_pdfimage_print

073_Antonio Gatti_Silvana Lerda_Laura Rando_ITA

Articolo disponibile in allegato: DOWNLOAD PDF

ABSTRACT

Il Bullismo è sempre più riconosciuto come importante problematica che riguarda la pediatria, la famiglia, la psichiatria e la salute pubblica. Nonostante le numerose definizioni, esso è generalmente considerato un tipo specifico di aggressione con uno squilibrio di potere, che può assumere diverse forme. Negli ultimi dieci anni, la rapida crescita della comunicazione elettronica e telematica ha cambiato radicalmente l’interazione sociale, soprattutto tra gli adolescenti. Il Cyberbullismo è emerso come una nuova forma di bullismo e violenza, mostrando implicazioni diverse dal tradizionale bullismo scolastico e da strada.
Questo articolo contribuisce alla letteratura esistente in merito alla definizione di bullismo e cyberbullismo. Concetti adleriani – come il complesso di inferiorità, lo stile di vita, l’interesse sociale, la costellazione familiare, l’ordine di nascita, l’io creativo e così via – sono di grande utilità e importanza nel comprendere le dinamiche del bullismo e cyberbullismo, con particolare attenzione ai rapporti di asimmetria. In chiave adleriana saranno suggerite strategie di prevenzione e intervento per questo fenomeno.

Condividi su